Grigi: contro il Como un pari che sta davvero stretto

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Alessandria (Alessandria 1 – Como 1) – Dopo tre sconfitte di fila l’Alessandria guadagna, finalmente, un punto e lo fa in un match, al “Moccagatta” contro il Como, in cui avrebbe anche meritato la vittoria per quanto prodotto in campo rispetto alla compagine lariana, peraltro rimasta in dieci nel primo tempo per l’espulsione di Parigini per un brutto fallo su Gori. Senza, infatti, tre gran parate di Facchin nella ripresa, la sfida si sarebbe chiusa nettamente a favore dei Grigi
La cronaca.
Longo, in attacco, ha solo due attaccanti di ruolo e schiera Corazza dall’inizio, con Chiarello e Fabbrini alle spalle. Tornano Mantovani e Mustacchio dall’inizio così come anche Milanese, schierato in mediana con Gori.
Prima dell’inizio il presidente Luca Di Masi ha consegnato una maglia speciale a Riccardo Chiarello per le 100 presenze in grigio.
Dopo quasi 20′ in cui non succede niente di particolare, al 23′ prima occasione Grigi: Lunetta, dal fondo, mette in area per Chiarello che però calcia male e la palla finisce sul fondo.
Al 25′ ancora Alessandria: sponda di testa di Di Gennaro, per la girata di Chiarello, che Facchin si trova tra le braccia.
Al 34′ Como in dieci per il rosso a Parigini per una entrata bruttissima su Gori.
Al 39′ Como in vantaggio: rigore per un tocco di gomito di Mantovani, molto dubbio. L’arbitro Meraviglia di Pistoia indica il dischetto. Batte La Gumina, Pisseri respinge, ma l’attaccante si avventa di nuovo sulla palla e la insacca in rete.
Al 43′ Corazza si gira in area lariana, para Facchin.
Dopo 3′ di recupero l’arbitro fischia la fine del primo tempo.
Nella ripresa stessi giocatori in campo.
All’8′ occasione Alessandria: Fabbrini si fa largo in area, cross per la testa di Corazza che però schiaccia tra le braccia di Facchini.
Al 19′ dentro Casarini per Gori.
Al 25′ ancora una gran parata di Facchin, stavolta su Di Gennaro.
Al 29′ esce Mantovani, entra Palombi.
Al 32′ Facchin nega il pareggio a Palombi con un gran intervento.
Al 42′ gol dell’Alessandria: cross perfetto di Fabbrini, in area il colpo di testa di Casarini gonfia la rete sotto la Curva Nord.
Al 45′ Alessandria ancora in rete con Palombi, gol annullato dall’arbitro per fuorigioco.
Dopo 5′ di recupero l’arbitro Meraviglia fischia la fine. L’Alessandria coglie un punto che smuove la classifica ma che, per quanto visto in campo, sta davvero stretto ai piemontesi allenati da Moreno Longo.
Domenica 6 marzo, alle 15:30, trasferta a Crotone per la compagine mandrogna.

Alessandria (3-4-2-1): Pisseri; Mantovani (29’st Palombi), Di Gennaro, Parodi; Mustacchio, Gori (19’st Casarini), Milanese, Lunetta; Chiarello, Fabbrini; Corazza. A disp.: Crisanto, Cerofolini, Ba, Mattiello, Benedetti, Ariaudo, Prestia, Barillà, Ascoli, Pellegrini, Palombi. All.: Longo.
Como (4-4-2):Facchin; Vignali, Bertoncini, Solini, Ioannou; Parigini, Arrigoni, Bellemo, Blanco (10′ st Cagnano); Gliozzi (10’st Gabrielloni), La Gumina (10’st Nardi). A disp.: Bolchini, Zanotti, Iovine, Kabashi, Gabrielloni, Ciciretti, Nardi, Cagnano, Peli, Bovolon. All.: Gattuso
Arbitro: Meraviglia di Pistoia
Gol: pt 39′ La Gumina; st 42′ Casarini
Ammoniti: Mantovani, Di Gennaro per proteste, Fabbrini per simulazione, Milanese, Bertoncini per gioco falloso
Espulsi: Parigini al 34’pt per gioco violento
Corner: 16-2
Recuperi: 3+5
Note: serata fredda, terreno in buone condizioni. Spettatori:1900 circa, incasso 14.939 euro.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA