Langhe-Roero-Monferrato: approvato il nuovo Statuto

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Torino – Cambia lo Statuto per l’Associazione per il patrimonio dei paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, nata nel 2011 dalla Regione e dalle Province di Cuneo, Asti e Alessandria. Le modifiche sono state approvate a maggioranza dal Consiglio regionale. Ad illustrarle l’assessore alla Cultura Vittoria Poggio che ha sottolineato come “il Consiglio di amministrazione sarà sempre composto da 5 membri, ma due dei quali, e non più uno, designati dalla Regione; è eliminato il Comitato scientifico, che era propedeutico al riconoscimento Unesco e viene inserita la figura del direttore.”
Su richiesta delle opposizioni, l’assessore Poggio ha anche presentato un emendamento sulla durata in carica del presidente, che sarà rieleggibile per un periodo di ulteriori 4 anni.
I consiglieri Maurizio Marello, Domenico Ravetti (Pd) e Ivano Martinetti (M5s) hanno espresso disaccordo in merito all’eliminazione del Comitato scientifico, specificando che “il suo compito non si è esaurito con la predisposizione del dossier di candidatura Unesco, doveva svolgere funzione di organo consultivo ed esprimere pareri obbligatori sugli obiettivi del piano di gestione”.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA