Un’Alessandria tutta grinta e cuore ferma sul pari il Pisa

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Alessandria (Alessandria 1 – Pisa 1) – Con una prestazione tutta grinta e cuore, l’Alessandria batte, fra le mura amiche del ” Mocca”, il Pisa, seconda forza del campionato, al termine di una gara, seconda di ritorno del campionato di Serie B, ben interpretata dagli uomini di Longo. Bene i nuovi arrivati, Mattiello e Fabbrini, che sono entrati nella ripresa e hanno dato l’impressione di essere già in condizione.
Insomma un punto pesante, prima tappa di un trittico di fuoco che vedrà i piemontesi affrontare, domenica prossima, fuori casa il Brescia, terzo in classifica, e poi al “Moccagatta” la capolista Lecce.
La cronaca.
Nelle file dei Grigi in difesa torna Di Gennaro mentre Prestia si accomoda in panchina.
Parodi spostato a destra, e Mantovani a sinistra. A centrocampo fa coppia con il capitano di giornata, Casarini. A destra Pierozzi, in attacco Marconi dall’inizio assieme a Palombi titolare.
All’11’ buona azione dei Grigi, su una respinta della difesa toscana conclusione di Gori deviata da un difensore. Il Pisa recupera.
Al 14′ gran parata di Pisseri sul sinistro di Beruatto.
Al 28′ sul pallonetto di Chiarello, lanciato centralmente da Di Gennaro, il portiere del Pisa Nicolas intercetta la palla, ma l’azione prosegue e l’esterno grigio si avventa sulla sfera, spinto via dal portiere. Solo angolo.
Al 36′ Alessandria in vantaggio su rigore, trasformato da Marconi e concesso per tocco di mano in area di Caracciolo su cross di Chiarello.
Al 40′ si infortuna Pierozzi, al suo posto Mustacchio.
Al 43′ pareggia il Pisa su rigore, concesso per intervento di Mantovani su Caracciolo. Batte Torregrossa e segna.
Il primo tempo si chiude sull’1-1.
Nella ripresa mister D’Angelo, ex Alessandria, cambia l’attacco: dentro Puscas e Masucci, fuori Cohen e Marsura.
Al 4′, sponda Pisa, Marin per Puscas sul secondo palo, conclusione sull’esterno della rete.
All’11’ sponda di Touré, Torregrossa non ci arriva a pochi metri dalla porta.
Al 12′ errore di Leverbe sul traversone di Mustacchio da destra, Chiarello, per un soffio, non ci arriva.
Al 18′ due cambi nell’Alessandria: Mattiello per Lunetta, e Milanese per Palombi.
Al 20′ Alessandria pericolosa: Milanese per Mattiello, quasi dalla linea di fondo sul tiro cross, che Caracciolo salva in angolo.
Al 27′, sponda Pisa, colpo di testa di Puscas che sfiora l’incrocio dei pali e si perde sul fondo di poco.
Al 31′ ultimi cambi per l’Alessandria: Fabbrini per Chiarello e Palazzi per Casarini.
Al 34′ gran parata di Pisseri sulla conclusione di Masucci.
Non ci sono altri episodi degni di nota e dopo 3′ di recupero, al triplice fischio del signor Pezzuto di Lecce, l’Alessandria può ritenersi soddisfatta per un punto davvero pesante in ottica salvezza. (Foto tratta da tuttomercatoweb.com).

Alessandria (3-4-3): Pisseri; Parodi, Di Gennaro, Mantovani; Pierozzi (41’pt Mustacchio), Casarini (31’st Palazzi), Gori, Lunetta (19’st Mattiello); Chiarello (31’st Fabbrini), Marconi, Palombi (st 19′ Milanese). A disp.: Crisanto, Cerofolini, Coccolo, Benedetti, Corazza, Prestia, Kolaj. All.: Longo.
Pisa (4-3-1-2): Nicolas; Birindelli, Leverbe, Caracciolo, Beruatto; Touré (44’st Lucca), Nagy, Marin (22’st Mastinu); Cohen (1’st Puscas); Torregrossa (27’st Gucher), Marsura (1’st Masucci). A disp.: Livieri, Berra, Benali, Hermannsson, Siega, Di Quinzio,De Vitis. All.: D’Angelo.
Arbitro: Pezzuto di Lecce.
Gol: pt 36′ Marconi rig, 43′ Torregrossa rig.
Ammoniti: Torregrossa, Di Gennaro, Chiarello, Marin per gioco falloso.
Corner: 8-4.
Recuperi: 0+3.
Note: giornata di sole, terreno in buone condizioni. Spettatori: 2200 circa (1158+ 941), incasso 21.523 euro.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA