Disposto il reintegro di un dipendente dell’Amv di Valenza licenziato

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Alessandria – Il Tribunale di Alessandria ha accolto il ricorso e annullato il licenziamento che era stato inflitto a un dipendente dell’A.M.V. Igiene Ambientale s.r.l. di Valenza.
Il lavoratore, seguito dal Segretario generale della UILTrasporti Alessandro Porta, dal dirigente Pasquale Fata e dagli avvocati Stefano Ena e Massimo Lasagna dello studio legale associato Ena Gallina Lasagna Lunati di Alessandria, è riuscito ad ottenere l’annullamento del licenziamento oggetto di impugnazione e la reintegra sul posto di lavoro.
“Al lavoratore – come sottolineato da un comunicato emesso da Uil Trasporti – era stata recapitata una contestazione disciplinare a seguito di un suo colloquio telefonico con un fornitore per l’acquisto di un container da destinarsi a ufficio. Il lavoratore durante detto colloquio avrebbe tenuto un comportamento contrario agli interessi aziendali.
L’avvocato Stefano Ena evidenziava da subito di ritenere il comportamento aziendale illegittimo, anche solo sulla base dei fatti contestati, irrilevanti e mai tali da giustificare il licenziamento.
Adesso il Giudice del lavoro ha stabilito il diritto per il lavoratore di reintegra, oltre che il suo diritto al risarcimento del danno nella misura massima prevista dalla legge.”



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA