Minacce ai calciatori per perdere le partite. Denunciato uno scommettitore seriale

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Le indagini erano incominciate il 30 settembre dopo Juventus U23-Monza, giocata ad Alessandria. I carabinieri hanno denunciato una persona definita “scommettitore seriale” il quale ha tentato di pilotare le partite di calcio su cui aveva scommesso grosse somme di denaro. In alcune occasioni era riuscito a reperire i numeri di telefono dei calciatori impegnati nei match arrivando perfino a minacciar loro di morte per indurli a far perdere la propria squadra. Sempre tramite i social media, lo stesso contattava soggetti ritenuti facilmente influenzabili, li induceva ad effettuare scommesse on line su incontri di calcio i cui risultati venivano da lui stesso prospettati come “sicuri” in quanto “pilotati”.

In tal caso, qualora le scommesse fossero risultate, ancorché casualmente, davvero vincenti, egli ricontattava i soggetti che aveva “indirizzato” tentando di estorcere loro parte della vincita.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA