Auto ringiovanite con il vecchio metodo di tirare indietro il chilometraggio

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

La Guardia di Finanza di Tortona ha scoperto un commerciante dedito alla rivendita di automobili usate, con chilometraggio artatamente ridotto per aumentarne il valore commerciale e renderle più attraenti.
Le indagini svolte dai finanzieri, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, hanno portato alla denuncia per truffa e frode in commercio di un soggetto titolare, nel tortonese, di una rivendita di autovetture usate alle quali ha manomesso il “contachilometri”, riducendo le percorrenze effettive indicata, facendole, così, sembrare “più giovani” di quello che in realtà erano, anche di centomila chilometri, trasformando così mezzi vecchi da rottamare, pericolosi per l’incolumità dei passeggeri e per la stessa circolazione stradale, in veicoli dall’apparente motore seminuovo.
Fra il 2018 ed il 2021, sono 21 le vetture sottoposte al lifting fraudolento con apparecchiature elettroniche e vendute su tutto il territorio nazionale, ed oltre 2 milioni sono i chilometri complessivamente scalati.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA