Felizzano dice basta: “Vogliamo solo lavorare”

La protesta luminosa

Ieri sera in tutta Italia i commercianti hanno protestato per quasi due mesi di chiusura forzata dovuta al contagio da covid 19. Una misura giudicata troppo restrittiva e che per i prossimi mesi del 2020 potrebero segnare la vita aziendale di molte attività.

Ieri sera le strade si sono illuminate delle insegne accese di tanti negozianti delusi dall’ennesimo slittamento della “fase 2” del commercio al dettaglio.

Foto sui social e tanti commenti. Ma quando la protesta coinvolge praticamente tutto un paese che non ha più i servizi utili da qualche mese, il colpo d’occhio della tragedia in corso si fa ancora più evidente.

Felizzano, comune di oltre 2.200 abitanti a metà strada tra Alessandria ed Asti. Le vie principali piene di negozi, tanti bar, palestre, una autoscuola e motivi per far vivere il paese giorno e sera, con tanti ragazzi che arrivavano anche dai centri vicini.

Insieme hanno protestato, tra rabbia e paura di non farcela un giorno di più. ” Vogliamo tornare a lavorare responsabilmente”, hanno chiesto. Solo questo, lavorare e tornare alla normalità il prima possibile.