La Polizia Stradale sventa tentato suicidio sulla A26

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Alessandria – Grazie all’intervento della Polizia Stradale, lo scorso 8 marzo si è evitato il peggio su un cavalcavia lungo la A26 nei pressi dello svincolo di Alessandria Sud. All’una di notte, alla Centrale Operativa della Polizia di Stato, è infatti arrivata una richiesta di intervento per un tentativo di suicidio. Grazie alle ricerche delle pattuglie della Polizia stradale del basso Piemonte e della Liguria, allertate e coordinate dai Centri Operativi di Genova e Torino, è stata rintracciata e salvata la persona che aveva minacciato di togliersi la vita, una giovane donna.
La ragazza è stata individuata tramite il segnale del Gps del telefonino. Era alla guida di una Toyota Yaris proveniente dal milanese e si era fermata in prossimità di un cavalcavia lungo l’autostrada dove gli agenti l’hanno trovata effettivamente disorientata, sofferente e restia ai soccorsi, a conferma dei timori dei famigliari.
Con non poche difficoltà, i poliziotti sono riusciti a stabilire un contatto, anche di carattere emotivo, con la giovane e solo dopo un lungo confronto hanno dissuaso la ragazza che già in passato aveva manifestato intenti suicidi.  Dopo averla accompagnata al casello vicino, in condizioni di maggiore sicurezza, è stata fatta arrivare l’ambulanza visti i nuovi propositi inconsulti e pericolosi manifestati dalla ragazza.
Alle 4 di notte i genitori della giovane hanno raggiunto il posto e preso in consegna la figlia.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA