Per l’Alessandria un punto pesante in casa del Brescia

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Brescia (Brescia 1 – Alessandria 1) – Preziosissimo pareggio esterno dell’Alessandria che a Brescia raccoglie un punto davvero pesante figlio di un match sempre ben controllato da parte dei piemontesi che sono passati in vantaggio, nella ripresa, grazie a Corazza e hanno poi subìto il pari dei lombardi a pochi minuti dalla fine con la rete siglata da Moreo.
La cronaca.
Nelle file dei Grigi mister Longo, in difesa, schiera Di Gennaro, torna Prestia a destra e Coccolo gioca dall’inizio, a sinistra. Parodi in panchina.
A centrocampo Mustacchio di nuovo dall’inizio. Ba torna dopo la squalifica. In avanti Corazza, con Kolaj e Milanese a togliere punti di riferimento e sfruttare la velocità di inserimento.
Dopo quasi mezz’ora di gioco in cui non si segnala nulla di particolare, al 33′ prima occasione per l’Alessandria: Kolaj pescato da Milanese, controlla e calcia nel sette, Joronen alza in angolo.
Al 35′ Traversa dell’Alessandria ancora con Kolaj a Joronen battuto. Riprende Mustacchio in mezzo per il colpo di testa di Lunetta, di un nulla sul fondo.
Il primo tempo termina senza reti.
Nella ripresa due ambi nel Brescia: Bertagnoli e Moreo, per Van De Looi e Bajic.
Al 12′ doppio cambio per l’Alessandria: dentro Marconi e Mattiello per Kolaj e Mustacchio.
Al 24′ rete dell’Alessandria: Lunetta taglia per Mattiello, sponda di testa per Milanese, conclusione ribattuta, irrompe Corazza sul secondo palo in posizione regolare e segna.
Al 27′, sponda Alessandria, dentro Gori per Milanese per dare ancora più sostanza al centrocampo.
Al 31′ Marconi sfiora il raddoppio, para Joronen.
Al 33′ ultimi due cambi per l’Alessandria, dentro Palombi e Benedetti per Corazza e Lunetta.
Al 45′ pareggia il Brescia con Moreo.
Al 51′ protesta il Brescia per un presunto tocco di mano in area di Ba ma l’arbitro fischia la fine.

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Cistana, Mangraviti, Pajac (30’st Tramoni); Bisoli, Van de Looi (1’st Bertagnoli), Leris; Jagiello (23’st Palacio); Ayé (38’st Bianchi), Bajic (1’st Moreo). A disp.: Perilli, Andrenacci, Karacic, Huard, Andreoli, Papetti. All.: Inzaghi.
Alessandria (3-4-3): Pisseri; Prestia, Di Gennaro, Coccolo; Mustacchio (12’st Mattiello), Casarini, Ba, Lunetta (33’st Benedetti); Milanese (27’st Gori), Corazza (33’st Palombi), Kolaj (12’st Marconi). A disp.: Crisanto, Cerofolini, Parodi, Fabbrini, Pellegrini, Filipi, Mantovani. All.: Longo.
Arbitro: Paterna di Teramo
Gol: st 24′ Corazza, 45′ Moreo
Ammoniti: Crisanto dalla panchina e Inzaghi per proteste, Mustacchio, Van de Looi, Coccolo, Moreo per gioco falloso, Palombi per comportamento scorretto.
Corner: 11-2
Recuperi: 1+5
Note: giornata di sole, terreno in buone condizioni. Spettatori: 4200.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA