L’Alessandria perde a Vicenza e resta invischiata in zona retrocessione

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Vicenza (L.R. Vicenza 2 – Alessandria 1) – Sconfitta esterna per l’Alessandria che al “Menti” di Vicenza, recupero dell’ultima giornata di andata di Serie B, esce battuta per 2-1 al termine di una gara, importante in chiave salvezza per entrambe le compagini, sicuramente condizionata, per i piemontesi, dall’espulsione di Ba ad inizio secondo tempo che ha costretto la compagine di mister Longo a giocare in dieci contro undici per praticamente tutto il secondo tempo.
La cronaca.
Longo conferma Corazza come unica punta di ruolo, con Chiarello e Milanese a sostegno. Non c’è Bruccini, neppure in panchina, mentre invece è presente il nuovo arrivato Gori dal Frosinone.
Al 9′ Alessandria vicina al gol con Lunetta, tiro deviato da Grandi in angolo.
Al 17′ brivido sul tentativo di pallonetto di Diaw, che vede Pisseri fuori dai pali, ma è fuori misura.
Al 27′ Vicenza in vantaggio: Casarini a centrocampo, con una sforbiciata sbagliata, serve involontariamente Diaw che batte Pisseri.
Al 44′ pareggiano i Grigi: Parodi sale sulla sinistra, serve Milanese che passa poi a Chiarello che batte Grandi.
La prima parte di gara finisce 1-1.
Nella ripresa, al 3′, l’Alessandria resta in dieci per il secondo giallo per Ba, per intervento falloso su Diaw.
Al 15′ doppio cambio per i Grigi: dentro Gori per Milanese, dentro Marconi per Corazza.
Al 16′ Pisseri si supera sulla conclusione di Meggiorini, che riprende e calcia sul fondo.
Al 33′ Vicenza ancora in vantaggio: Diaw, servito da Giacomelli, svetta su tutti e di testa manda nell’angolino alto dove Pisseri non può arrivare.
Al 38′ ultimi due cambi per l’Alessandria: Mustacchio e Kolaj per Chiarello e Lunetta.
Dopo 5′ di recupero, l’arbitro Ghersini di Genova fischia la fine. L’Alessandria perde un match importante in ambito salvezza restando ancora nella zona “calda” della classifica in ambito retrocessione. Sabato prossimo, al “Mocca”, la compagine allenata da Longo riceverà la visita del Pisa, seconda forza del campionato e cliente non certo facile contro il quale fare punti non sarà sicuramente semplice.
(Foto tratta da ilgiornaledivicenza.it).

Vicenza (4-2-3-1): Grandi; Cappelletti (18’st Bruscagin), Pasini, De Maio, Crecco; Zonta (43′ st Proia) Bikel (st 18′ Cavion); Diaw, Da Cruz, Dalmonte (18’st Giacomelli); Meggiorini (37’st Boli) . A disp.: Pizzignacco, Morello, Padella, Brosco, Rigoni, Mancini, Djibril. All.: Brocchi.
Alessandria (3-4-3): Pisseri: Mantovani, Prestia, Parodi; Pierozzi (30’st Coccolo), Casarini, Ba, Lunetta (38’st Kolaj); Chiarello (38’st Mustacchio) Corazza (15’st Marconi), Milanese (15’st Gori). A disp.: Crisanto, Cerofolini, Coccolo, Benedetti, Beghetto, Palazzi, Palombi, Di Gennaro. All.: Longo.
Arbitro: Ghersini di Genova
Gol: pt 27′ Diaw, 44′ Chiarello; st 33′ Diaw
Ammoniti: Ba per proteste, Bikel, Corazza per gioco falloso
Espulsi: Ba per doppia ammonizione
Corner: 5-3
Recuperi: 0+5
Note: giornata di sole, terreno in buone condizioni. Spettatori: 4200 circa.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA