Incontro Alexala – Provincia per discutere dell’emergenza peste suina e ricadute sul turismo

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Alessandria – E’ stata l’emergenza legata alla Peste Suina Africana uno degli argomenti al centro del primo incontro ufficiale avvenuto ieri, a Palazzo Ghilini, tra il presidente di Alexala, Roberto Cava, e il nuovo presidente della Provincia, Enrico Bussalino. Un tema ovviamente delicato e, come hanno convenuto le parti, da affrontare con tempestività per evitare che costituisca un ostacolo alla stagione turistica in provincia di Alessandria.
“Il ruolo strategico del turismo outdoor sul nostro territorio, specie in questi ultimi anni, è stato altamente significativo, e i progetti fatti per svilupparlo hanno portato buoni risultati – ha ricordato Roberto Cava – Per questo è di primaria importanza affrontare la questione per preservare il settore durante la prossima stagione”.
“In linea generale crediamo che la collaborazione di un ente come il nostro con gli altri attori del territorio sia fondamentale per costruire una proposta turistica vincente – ha aggiunto Cava, “e per questo siamo grati al presidente Bussalino per la disponibilità dimostrata a intraprendere un percorso congiunto di promozione del territorio”.
“Ieri ho avuto l’occasione di ribadire quanto la Provincia possa contribuire al coordinamento delle iniziative territoriali, valorizzando le peculiarità del territorio e facendo delle diversità una risorsa – ha affermato Enrico Bussalino – per quanto riguarda l’emergenza della Peste Suina, come Provincia siamo in questo momento impegnati in un’attività di monitoraggio certificata dal Ministero della Salute e dalla Regione Piemonte che ci permetterà di avere una fotografia reale della situazione, in base alla quale potremo chiedere eventuali deroghe e modificare la zona rossa per far ripartire al più presto le attività turistiche outdoor”.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA