Ubriaco fradicio entra in un bar, non gli servono da bere e lui urina tra i tavoli

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Alessandria – Aveva violato l’obbligo di dimora a cui era stato sottoposto e si era recato in un bar di piazza Garibaldi dove, visibilmente ubriaco, aveva preteso di consumare alcolici. Quando poi il gestore si è rifiutato di servirlo l’uomo ha perso tutti i freni inibitori, andando in escandescenza, denudandosi e iniziando a urinare tra i tavoli del bar provocando così la fuga dei clienti.

È stato così necessario l’intervento della Polizia, la sera di Santo Stefano, per fermare un trentacinquenne italiano di origine russa, accompagnato poi in Questura dove è stato denunciato per atti osceni e sanzionato per ubriachezza.
La successiva misura di prevenzione atipica del Divieto di Accesso ad Aree urbane disposta dal Questore si è resa necessaria per l’accertata pericolosità del soggetto, già responsabile in passato di altri turbamenti dell’ordine e della sicurezza pubblica ed ha previsto l’inibizione, per la durata di due anni, di accedere e stazionare in tutti gli esercizi pubblici del Comune di Alessandria.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA