Incontri alla Biblioteca di Arquata

whattsapp

L’ultimo weekend di gennaio sarà ricco di eventi ad Arquata, tutti promossi dall’Assessorato alla Cultura del Comune arquatese.

Si comincia la mattina di venerdì 25. Per celebrare la Giornata della memoria, in collaborazione con l’ANPI locale, è stato organizzato un incontro con Paolo Mazzarello che presenterà il suo libro “Quattro ore nelle tenebre” (edito da Bompiani) alle ore 10 nell’Aula magna della Scuola Secondaria di 1. grado. Gli studenti, e non solo – visto che la manifestazione è aperta a tutti – avranno modo di conoscere la storia di Don Luigi, sacerdote che nel Santuario della Rocchetta di Lerma durante la seconda guerra mondiale diede rifugio a due coppie di ebrei e li salvò da morte certa, poichè ricercati dai nazisti. Proprio per questo gesto coraggioso fu in seguito dichiarato “Giusto fra le nazioni”.  L’appuntamento – fortemente voluto dall’Assessore Nicoletta Cucinella, considerato l’importante esito della precedente presentazione del libro, avvenuta sempre ad Arquata lo scorso 19 ottobre riscuotendo molto successo – vuole essere un momento di riflessione particolare, grazie anche alle testimonianze di chi ha vissuto quei terribili momenti.

Sempre venerdì 25, alle ore 21 presso l’Area Incontri della Biblioteca, proseguono gli appuntamenti con le proiezioni di viaggi in giro per il mondo organizzate dalla sezione arquatese de “L’angolo dell’Avventura”. Questa volta si farà tappa alle Isole Lofoten, superando quindi il Circolo Polare Artico, grazie a un affascinante resoconto fotografico di Daniele Cipollina.

Nel pomeriggio di sabato 26 alle ore 17:30 presso l’Area Incontri   Pierluigi DAGLIO, già ospite con le sue prime due pubblicazioni, torna nella biblioteca “Gaetano Poggi” per presentare la terza e ultima parte della sua opera poetica. Il volume raccoglie infatti i versi scritti nel periodo 2012-2018 ed è arricchito anche da qualche canzone, che verrà intonata dal vivo e suonata con l’accompagnamento della chitarra dall’autore stesso (residente nel bergamasco ma di origini valborberine). 

whattsapp

Be the first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.