Il pilone Borrelli termina la carriera, solo CUSPO nel suo futuro

whattsapp
Diventerà il nuovo Direttore Sportivo sella sezione rugby

Non poteva che chiudersi con una grande festa insieme a tutti gli amici di sempre, ai nuovi e vecchi compagni di squadra, la carriera da pilone di Gianni Borelli, presente per i suoi precedenti impegni con il Monferrato, che a fine partita ha ricevuto l’abbraccio di tutti e confermata la stima sportiva, manageriale ed umana che tutti apprezzano.

Borrelli abbandona il rugby giocato per sopraggiunti limiti di età, ma non lascia il CUSPO, anzi. Il suo ruolo da team manager tra gli Aironi proseguirà con nuovi impegni e progetti per la crescita del rugby CUSPO. Dal 15 giugno andrà a ricoprire un ruolo importante alla sezione rugby, vestendo i panni di Direttore Sportivo: l’attuale DS, Fabio Botteon resterà sempre nella ‘famiglia’, ma con incarichi di responsabile di segreteria.

Il terzo tempo è stata una festa per Borrelli che con questa decisione mai messa in discussione sottolinea una volta per tutte la scelta di continuare con il progetto CUSPO, abbracciato fin dall’inizio per la serietà e la missione sportiva verso i giovani. Per questo motivo quella che per alcuni è stata considerata una festa di addio al rugby, per gli Aironi già suoi compagni di squadra e colleghi di staff è un omaggio ad un ‘grande’ gialloblu.

Il Segretario Generale Alessio Giacomini: “Gianni Borrelli, Fabio Bellora e Fabio Botteon Sono le persone con cui ho iniziato due anni fa a parlare di creare una sezione Rugby.
Sono orgoglioso di averlo nel nostro team e del percorso che ha fatto con noi, del suo lavoro dentro e fuori dal campo in queste due stagioni. É un esempio di dedizione per i nostri ragazzi.

Con il passaggio di Fabio Botteon, che ringrazio per il prezioso lavoro svolto, a dirigente responsabile della Segreteria, l’incarico di Direttore Sportivo a Gianni Borrelli rende la nostra dirigenza e quindi la sezione, più forte e coesa nell’affrontare le sfide del nostro domani rugbistico”.

whattsapp

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.