Esagera con armi e munizioni, il cacciatore aveva in casa migliaia di pezzi

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Entra all’autogrill della A/26 con un fucile da caccia nel fodero, attirando l’attenzione dei clienti, che spaventati hanno chiesto l’intervento della Polizia Stradale. F.P. di rientro da una battuta di caccia è stato quindi identificato. Il fucile e le munizioni sono state “trattenute” per motivi di sicurezza. Successivamente sono stati effettuati accertamenti sulla legittima detenzione delle armi da parte di F.P.. Da qui la “sorpresa”: l’abitazione di F.P. era una polveriera. Una decina di fucili, (regolarmente dichiarati) una pistola, un vecchio archibugio non denunciato, e soprattutto migliaia di munizioni da caccia e non. Gli agenti hanno sequestrato tutto. L’alessandrino è stato deferito per le violazioni connesse alle armi detenute, al possesso eccessivo di munizionamento e segnalato all’Autorità Amministrativa per l’esame dell’eventuale revoca del porto d’armi da caccia.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA