Al via la prima edizione dell’”Alessandria Music Youth Festival”

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Alessandria – Avrà inizio il prossimo 3 luglio la Prima Edizione dell’‘Alessandria Music Youth Festival’ organizzato dal Comune di Alessandria in collaborazione con il conservatorio ‘A. Vivaldi’. Il Festival, ideato dall’Associazione Internazionale delle Culture Unite (Direttore Artistico Lorenzo Tazzieri, Project Manager Alberto Macrì), si pone l’obiettivo di creare ponti culturali con paesi con i quali A.I.C.U. ha in essere accordi di cooperazione. Un nuovo modo di fare cultura e un vero e proprio modello di imprenditoria culturale in grado di mettere in relazione la cultura con il marketing e la promozione del territorio.
A inaugurare il Festival, il Concerto “Intorno a Paganini” che si terrà il 3 luglio alle ore 21 nella splendida cornice del cortile del Conservatorio (Palazzo Cuttica).
L’evento prevede la partecipazione di artisti di livello internazionale quali il giovane violinista Oleksandr Pushkarenko insieme al pianista Christian Pastorino.
Lo spettacolo sarà dedicato alle Musiche immortali del compositore Genovese Niccolò Paganini, che rappresenteranno la colonna sonora su cui il corpo di ballo di “Spazio Danza” si esibirà in una performance contemporanea che farà da contrasto tra tradizione e modernità.
A seguire il 16 luglio presso Piazza Giovanni XXIII si esibirà l’Ensamble statale della Repubblica Autonoma Adjara “Khorumi”, corpo di ballo nazionale georgiano, con uno spettacolo di danze tradizionali. A conclusione della I edizione del Festival, il 4 agosto sempre presso Piazza Giovanni XXIII l’orchestra Sinfonica della Università di Concepcion (Cile) si esibirà in un gala lirico diretto dal Maestro Lorenzo Tazzieri con musiche di Verdi, Puccini e Mascagni insieme al Genova Vocal Consort e ai solisti Marta Mari (Soprano), Giada Venturini (mezzosoprano), Alessandro Fantoni (Tenore), Daniel Ihn-Kyu Lee (Baritono).
Il Festival, sul modello del Genoa International Music Youth Festival attivo a Genova dal 2018, vuole essere il punto di partenza per attività di cooperazione culturale che partendo dalla città di Alessandria favoriscano la nascita di relazioni politiche e diplomatiche con i paesi partner coinvolti attraverso l’organizzazione di incontri ufficiali con le delegazioni politiche provenienti quest’anno dalla Georgia e dal Cile. La cultura come fondamentale investimento di crescita e promozione del territorio in un’ottica internazionale.
Per lo spettacolo del 3 luglio l’ingresso sarà libero fino ad esaurimento posti.
Per gli spettacoli del 16 luglio e del 4 agosto l’ingresso sarà libero su prenotazione all’indirizzo mail: eventi@asmcostruireinsieme.it

Continua a leggere l’articolo dopo il banner

Programma completo del Festival:
3 luglio – ore 21: “Intorno a Paganini”
Cortile palazzo Cuttica
Ingresso lato piazza Giovanni XXIII (Piazza Duomo)

16 luglio – ore 21: Ensamble statale della Repubblica Autonoma Adjara “Khorumi”
Piazza Giovanni XXIII (Piazza Duomo)

4 agosto – ore 21: “Gala Lirico”
Piazza Giovanni XXIII (Piazza Duomo)

***

Oleksandr Pushkarenko, violinista virtuoso e compositore genovese, ha vinto numerosi premi in concorsi internazionali e anche nazionali italiani di violino (tra cui “Premio Paganini”, “Premio Nazionale delle Arti”, “Valsesia Musica”, “M. Abbado”, “ESTA”). Si è laureato in violino al Biennio Specialistico di II livello, sub-indirizzo solistico/cameristico, presso il Conservatorio “Niccolò Paganini” di Genova con il massimo dei voti, lode e la Menzione d’Onore. Nel 2012 entra nella classe di perfezionamento del rinomato violinista Salvatore Accardo, presso l’Accademia W. Stauffer di Cremona. Nel 2018 entra nella classe di alto perfezionamento musicale del rinomato violinista Massimo Quarta presso l’Accademia Musicale di Genova vincendo alla fine dell’anno accademico la borsa di studio come miglior studente del corso.
Pushkarenko ha suonato in diverse nazioni europee: Italia, Stato della Città del Vaticano, Svizzera, Francia, Germania, Danimarca, Finlandia, Ucraina, Romania, Repubblica Ceca.
Il 12 Ottobre 2019 a Pushkarenko è stato conferito il riconoscimento “Talento di Genova nel Mondo” in occasione delle celebrazione colombiane a Palazzo Ducale di Genova.
Il Concerto “Superbo” per violino e orchestra sinfonica composto e registrato da Oleksandr Pushkarenko è stato inciso su CD nel anno 2021.
Ha iniziato ad esibirsi in pubblico a soli 7 anni, a 11 anni ha debuttato come solista con il Concerto n.1 di M. Bruch al Kultur Casino di Berna (Svizzera) accompagnato dall’Orchestra Sinfonica della Filarmonia Nazionale dell’Ucraina. A 12 anni ha eseguito la grande tournée come solista, suonando il Concerto in mi-minore di F. Mendelssohn-Bartholdy accompagnato dalla stessa Orchestra.
Christian Pastorino è nato a Genova nel 1996. Ha conseguito nel 2018 il Diploma Accademico di I livello con Lode e Menzione d’onore sotto la guida del M° Massimo Paderni al Conservatorio di Genova. Due anni più tardi ha conseguito, con la stessa votazione, il Diploma Accademico di II livello con il M° Cesare Castagnoli.
Attualmente frequenta un corso di perfezionamento tenuto dal M° Roberto Plano presso l’Accademia di Musica di Pinerolo.
Nel 2012 ha vinto il primo premio e la borsa di studio al Concorso “Loredana Laudisi Ponte” di Genova e si è classificato nei primi posti in vari concorsi internazionali, tra cui “Città di Albenga” e “Rospigliosi”. Ha preso parte a diverse manifestazioni, anche fra quelle organizzate in occasione del centenario della GOG di Genova nel 2012. Ha partecipato a vari corsi di perfezionamento tenuti, tra gli altri, da Andrea Lucchesini, Riccardo Risaliti, Benedetto Lupo e Roberto Plano. Nel 2016 ha vinto la borsa di studio per musica da camera “Opera Pia Conservatorio Fieschi” col violinista Oleksandr Pushkarenko e la borsa di studio “Giuseppe Ponta” del conservatorio.
Nel mese di giugno 2017 ha eseguito il Concerto K466 di Mozart con l’orchestra del Conservatorio di Genova diretta dal M° Antonio Tappero Merlo al Teatro Sociale di Camogli, al Duomo di Tortona e al Teatro Carlo Felice di Genova.
Ha tenuto concerti in diverse città italiane tra cui Genova, Acqui Terme, Livorno, Roma e Milano sia in ambito solistico sia cameristico.
Nel 2021 si è aggiudicato una borsa di studio promossa dal Rotary Club.
Collabora regolarmente in duo con i violinisti Giulio Plotino e Oleksandr Pushkarenko.
Nato a Genova nel 1985, il Maestro Lorenzo Tazzieri è uno dei più accreditati esponenti della nuova generazione italiana di direttori d’orchestra.
A soli 36 anni, è direttore principale della Tokyo Metropolitan Opera Foundation, direttore artistico del Genoa International Music Youth Festival, del Batumi International Music Festival (Under Sky) e del Chile Opera Festival, primo festival operistico del Paese.
Recentemente è stato il più giovane musicista insignito dal Sindaco di Genova e dalla Presidente del Senato della Repubblica Italiana del titolo di Ambasciatore di Genova nel Mondo.

Principali collaborazioni
Il debutto operistico avviene nel marzo 2010 con il Werther di J. Massenet al Teatro Wielki di Poznan.
Il suo ricco percorso lavorativo, soprattutto all’estero, lo porta a contatto con diverse realtà ponendo le basi di prestigiose collaborazioni: in Giappone con Yokohama Minato Mirai Hall, Nagoya Civic Concert Hall, Sendai Opera House (La Bohème) e Toyota City Concert Hall (La Bohème, La Traviata e L’Elisir d’Amore); in Cina con Harbin City Concert Hall e Deluxe Concert Hall (Chengdu); in Medio Oriente Amman Opera Festival (La Traviata e La Bohème); in Sud e Centro America con Teatro Biobio – Orquesta Sinfónica Universidad de Concepción (Madama Butterfly), Gran Teatro Nacional di Lima (Madama Butterfly e Gala Vedi/Puccini), Teatro Municipal di Lima (Pagliacci/Adiós a la Bohemia e Don Giovanni), Teatro Pedro II di São Paulo (Cavalleria Rusticana), Teatro Nacional Miguel Angel Asturias (Città del Guatemala), Teatro Nacional Ruben Dario (Managua), Teatro Teresa Careño (Caracas), Teatro Municipal di Cusco, Orquesta Nacional de Guatemala, Camerata Bach (Managua) e Orquesta Nacional Juvenil de Perù.
Intensa anche l’attività in Russia edd Europa dell’Est: dirige a San Pietroburgo un Gala dedicato a Paganini in occasione dell’apertura del Forum Mondiale dell’Economia (Palazzo Mikhailovsky), a Mosca alla Casa Internazionale della Musica (Cavalleria Rusticana e Zanetto), al Teatro dell’Opera e Balletto di Tirana e al Azerbaijan State Academic Opera and Ballet Theater di Baku (La Bohème) e alla Štátna Opera di Banská Bystrica con La Traviata, alla Lviv City Hall con la Lviv Philarmonic Orchestra, al Batumi Arts & Musical Center (Georgia) con Pagliacci e Cavalleria Rusticana e, presso il Teatro dell’Opera, il Gala Lirico di apertura del Batumi International Music Festival (under Sky), e al Festival Opera Miniatyura di Kamyanets-Podilsky con Turandot; significativa la collaborazione con la Filarmonica de Stat Arad per la quale nel 2011 cura l’allestimento ed esegue Cavalleria Rusticana ottenendo un successo che lo porta a essere invitato regolarmente come Direttore Ospite anche negli anni a seguire. Ha inoltre diretto la Filarmonica Mihail Jora di Bacau, la FilarmonicaGeorge Enescu presso l’Atheneum di Bucarest, la Filarmonica Ion Dumitrscu di Ramnicu, l’orchestra del Teatro dell’opera di Odessa e la National FIlarmonic di Kiev.
Molto attivo anche in Italia, si segnalano il rapporto continuativo con il Teatro Zandonai (Il Trovatore nel 2019, Madama Butterfly nel 2018, La Traviata nel 2017, Tosca nel 2016 e Il Barbiere di Siviglia nel 2015), la collaborazione con il Musica Riva Festival e la Direzione della Cavalleria Rusticana con l’Orchestra sinfonica siciliana presso il Teatro antico di Taormina.
Nel 2011, in occasione delle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, dietro assegnazione di incarichi artistici da parte del Ministero della Cultura Italiano e degli Istituti Italiani di Cultura all’estero, riscuote importanti consensi di pubblico e critica dirigendo filarmoniche di teatri nazionali e internazionali.
Nello stesso anno, in occasione del 60° anniversario dell’Istituto Italiano di Cultura di Caracas, esegue concerti con l’Orquesta Sinfónica de Venezuela al Teatro Cachao e con l’Orquesta de Aragua nella sede di Casa Italia Maracay.
Nel 2017, 2018, 2019 è in tournée con la Sichuan Philarmonic Orchestra in Cina, Giordania, Georgia e Italia.
A Lima dirige l’Orquesta e Coro Nacional de Perù eseguendo un Gala verdiano per celebrare il bicentenario del compositore di Busseto al Museo de la Nación.

Prossimi impegni
Dopo aver inaugurato con Madama Butterfly il primo festival operistico del Cile (Chile Opera Festival) ne diventa direttore principale ed in questo contesto prossimamente dirigerà Cavalleria Rusticana e Pagliacci. Inciderà per Amadeus un CD dedicato al repertorio Sinfonico italiano.
Sono inoltre previsti: Il Gala di inaugurazione del Festival di San Paolo (Brasile), La Bohème presso il Teatro Bicentenario di San Juan (Argentina), La Traviata presso il Teatro dell’Opera di Tunisi, il Gala Mascagni per l’International Music Festival under Sky (Batumi, Georgia), Tosca al Teatro dell’Opera di Tashkent (Uzbekistan).

Formazione
Lorenzo Tazzieri inizia gli studi musicali a 6 anni, proseguendo la propria preparazione presso il Conservatorio Niccolò Paganini (GE), dove studia prima violino e poi, sotto la guida del prof. G. Carlascio, pianoforte. Si perfeziona al Conservatorio Pyotr Ilyich Tchaikovsky di Mosca con Elena Nathanson specializzandosi nel repertorio russo, e nel frattempo approfondisce lo studio della musica da camera con il Maestro Massimiliano Damerini. Gli studi di direzione d’orchestra avvengono sotto la guida dei Maestri Donato Renzetti e Gilberto Serembe e del Maestro Roberto Tolomelli del quale diventa assistente collaborando a numerosi titoli: Nabucco, Aida, Norma, Bellisario, Cinderella, Raymonda, Don Carlos, Madama Butterfly, La Cenerentola.

Ambasciatore di Genova – Bridging Cultures
Contestualmente all’attività di direttore d’orchestra e di direzione artistica affianca quella relativa alla diplomazia culturale collaborando con le più importanti Istituzioni culturali, artistiche e diplomatiche nel mondo al fine di creare legami tra diverse culture attraverso la musica perseguendo il concetto di Bridging Culture che è il cardine del ‘Genoa International Music Youth Festival’ co-organizzato dall’Associazione Internazionale delle Culture unite e dal Comune di Genova (Assessorato alla Cultura). Grazie a una rete internazionale con istituzioni pubbliche e private nel mondo in Cina, Giappone, Brasile, Perù, Paraguay, Cile, Libano, Russia, Tunisia, Georgia, Ucraina, Romania, Uzbekistan etc. si favorisce la realizzazione di coproduzioni in ambito concertistico e operistico oltre a progetti in ambito formativo. Un esempio virtuoso di imprenditoria culturale che ha favorito la nascita dell’Amman Opera Festival (Primo Festival Operistico in Medio Oriente realizzato presso l’Anfiteatro Romano di Amman, in Giordania), del Chile Opera Festival (Concepcion, Cile) e del “Batumi International Music Festival” (Batumi, Georgia) che hanno ottenuto unanimi riscontri di critica sia sul piano artistico che progettuale a livello internazionale, nonché l’invito a partecipare alla ‘Music City Convention’ di Chengdu(Cina) nel 2019 nell’ambito delle Buone pratiche di imprenditoria culturale.
redazione@lapulceonline.it



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA