Quasi seicento studenti alla “Paper Week” dedicata al riciclo di carta e cartone

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Alessandria – Sono stati 542, e con il supporto e la partecipazione attiva dei loro famigliari, gli studenti e le studentesse delle scuole primarie e secondarie di primo grado dell’Alessandrino ad aderire alla Paper Week del Consorzio Comieco dedicata al riciclo di carta e cartone che si è tenuta venerdì scorso, in modalità on line.
A difendere i colori alessandrini sono stati studenti e studentesse delle scuole secondarie di primo grado De Amicis/Manzoni, Carducci/Vochieri e Straneo, oltre ad alunni e alunne della scuola primaria Mazzini di Borgoratto.
Cosa sai davvero sulla raccolta differenziata di carta e cartone? Come e dove i materiali vanno consegnati, con quali modalità, e seguendo quali criteri? E quanto è importante il riciclo, ossia cosa si può fare con i rifiuti di carta, se opportunamente recuperati?
A caratterizzare lo spirito ‘divulgativo’ e di sensibilizzazione della popolazione, a partire dalle scuole, ma non solo, sono state alcune tematiche come la raccolta differenziata di carta e cartone, come e dove i materiali vanno consegnati, con quali modalità, e seguendo quali criteri e quanto è importante il riciclo, ossia cosa si può fare con i rifiuti di carta, se opportunamente recuperati.
AMAG Ambiente ha offerto adesione e supporto, consapevole di quanto sia importante stimolare la sensibilità dei cittadini di domani (ma anche delle loro famiglie) sul tema del riciclo, e del rispetto dell’ambiente.
“Partecipando a gare come la Paper Week del Consorzio Comieco – sottolinea Paolo Arrobbio, Presidente del Gruppo AMAG – si vince tutti, e soprattutto vince la nostra comunità, che va a sensibilizzare le generazioni più giovani su temi di estrema importante e attualità, come il rispetto dell’ambiente e la capacità di riciclare. Tutte le nostre aziende credono fortemente ad un’economia ‘circolare’: il futuro delle nostre comunità, e soprattutto delle generazioni più giovani, va costruito mettendo l’ecosostenibilità al primo posto, in una logica di sviluppo nel rispetto dell’ambiente, per un’economia green. Per questo continueremo nei prossimi mesi e anni con il percorso di sensibilizzazione indirizzato alle scuole del territorio, coinvolgendole sempre più in iniziative indirizzate a sviluppare comportamenti e stili di vita rispettosi dell’ambiente che ci circonda”.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA