Sequestrate mascherine non regolari. Il titolare rischia l’arresto

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

74 mascherine sequestrate nel casalese. Già in precedenza, ma ad Asti, erano stati sequestrati dispositivi di protezione venduti a prezzi esorbitanti.
Le mascherine sequestrate dalla Guardia di finanza di Casale erano in un negozio di articoli sanitari, commercializzati in assenza dei requisiti di conformità, in cotone “pelle d’uovo” al prezzo di 15 euro l’una. In particolare venivano prodotti dispositivi di protezione individuale di seconda categoria (mascherine) non conformi ai requisiti essenziali di sicurezza. Il titolare ora rischia un’ammenda minima di 10 mila euro, fino all’arresto.

[foto di repertorio]



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA