Sciopero all’ex Ilva di Novi: “Andremo dal Prefetto”

Tinaba LIke

Dona 1 centesimo per l'informazione gratuita
Like me!

Dona o abbonati

Dona a La Pulce nell'Orecchio

(FILES) In this file photo taken on April 16, 2013 an employee looks at coils of steel treated by galvanization are stored in the world's largest steel maker ArcelorMittal's "cold factory" of the northeastern France plant of Florange. - The world's largest steel company ArcelorMittal announced on December 17, 2018 its decision to not restart the iconic blast furnaces of its French site in Florange (Moselle), which were closed since 2012. The company declared that they will continue to develop the manufacture of finished products on the site. (Photo by Jean-Christophe VERHAEGEN / AFP)
whattsapp

Sciopero, domani martedì 12 novembre alla Arcelor Mittal di Novi Ligure. I sindacati hanno deciso 24 ore di stop con presidio davanti alla fabbrica e davanti alla Prefettura di Alessandria per sottolineare l’allarme sociale ed il fatto che “qualunque tipo di confronto con l’azienda deve avvenire con il coinvolgimento del sindacato e dei lavoratori”.

Le segreterie FIOM FIM e UILM , le RSU con i lavoratori chiederanno di essere ricevuti dal Prefetto e manifesteranno la propria preoccupazione, ma anche la rabbia di chi da anni non vede un futuro per il proprio posto di lavoro in un settore ed un territorio già pesantemente colpiti dalla crisi industriale. Chiediamo alla cittadinanza, alle istituzioni e tutte le forze politiche e sociali di scendere in campo a fianco dei lavoratori! Il trasporto sarà organizzato coi pulmann in partenza alle ore 8.00 davanti ai cancelli ex ILVA e di ritorno entro le ore 14. Allo stabilimento novese lavorano circa 700 dipendenti.

whattsapp


Be the first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.