Marte di acciaio e alluminio per l’opera monumentale di fronte al Meier

whattsapp

Come per le sculture luminose di Marco Lodola nelle rotonde, anche la scultura di Antonio Saporito posta in Parco Italia, di fronte al ponte  Meier ha diviso  i mandrogni. L’opera — la scultura spazialista “Il Pianeta Martemessa a disposizione della Città di Alessandria dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria, in occasione delle celebrazioni per l’850° anniversario fondativo della Città (1168-2018) —è alta 6 metri ed è posta su un basamento di 2 metri di diametro. Le dimensioni dell’opera sono davvero notevoli e la sua collocazione è destinata a cambiare profondamente la vista d’insieme del ponte ad arcata unica sul Tanaro.

La scultura è stata ideata, nel suoprototipo originale nel 2005 ed è pubblicata nel catalogo Mondadori 2012. Si tratta di una colossale struttura di acciaio e alluminio: una rappresentazione del pianeta Marte con 4 satelliti, per concretizzare il fascino di Antonio Saporito per lo spazialismo, l’arte spaziale, l’idea dell’oltre e la ricerca dello spazio.

whattsapp

Be the first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.