Tre sorelle cuoche, sogni e lavoro realizzati ad Alessandria

whattsapp
Hanno frequentato il corso Enaip

Souad, Hanan e Fadma sono sorelle. Tutte e tre, in momenti diversi, hanno affrontato lo stesso percorso formativo all’EnAIP di Alessandria, scuola professionale, e oggi lavorano grazie al progetto Garanzia Giovani. Il corso di Operatore alla ristorazione – preparazione pasti ha permesso loro di imparare un mestiere e di aprire una porta sul mondo del lavoro, ma grazie ai professori e ai tutor che lavorano nel centro, le tre ragazze hanno potuto migliorare notevolmente la conoscenza dell’italiano e crescere personalmente.

Souad è la maggiore delle sorelle; una volta terminata la 3° media, voleva diventare cuoca: “è sempre stato il mio sogno – racconta- il mestiere che avrei voluto fare da grande. Una delle mie amiche si era iscritta al corso di Acconciatura ed è grazie a lei che ho scoperto questa opportunità all’EnAIP”.

Hanan invece, di diventare una cuoca proprio non ci aveva pensato, ma si è iscritta al corso di EnAIP convinta dalle parole della sorella maggiore. “Fin da piccola mi è sempre piaciuto disegnare: ora posso dire che questa passione me la sono portata in cucina, sfruttandola nel momento in cui bisogna decorare le portate, impiattare e servire.”

Per ultima, anche la sorellina più piccola, Fadma, ha deciso di iscriversi al corso di Operatore alla ristorazione; per lei la passione per la cucina e per questa professione si è sviluppata piano piano, ma non ha dubbi: “l’ultimo anno è stato quello in cui ho appreso più nozioni e imparato cose nuove; è più tecnico, più pratico, soprattutto nel periodo dello stage. Mi ha aiutata a maturare molto, perché ti avvicina e ti inserisce nel mondo del lavoro vero e proprio.”

Souad ricorda che grazie al corso in EnAIP ha avuto due grandi opportunità: la prima è stata svolgere lo stage previsto durante il terzo anno presso il ristorante “Le cicale”, a Spinetta Marengo, dove lavora tutt’ora perché lo stage si è prolungato in un tirocinio e poi in un contratto di apprendistato. “La seconda opportunità – racconta – è stata quella di lavorare un mese in un ristorante a Malta, grazie a un progetto promosso da EnAIP; è stata la mia insegnante a farmi questa proposta: io all’inizio ero un po’ titubante perché si trattava della mia prima esperienza all’estero, da sola, ma poi… mamma mia! È stata un’esperienza fantastica, mi sono trovata benissimo e ho potuto entrare in contatto con un paese e una cultura diversi dai nostri! I giorni a Malta sono volati!”

Hanan, che oggi lavora presso la trattoria Cappelverde di Alessandria grazie a un contratto di apprendistato, ha un ultimo consiglio da condividere con tutti coloro che hanno intenzione di intraprendere una carriera in questo settore: “Puntualità, organizzazione e pulizia sono le qualità principali di un cuoco; le ricette vengono poi da sé! Questo me l’hanno insegnato i professori e i cuochi con i quali ho avuto l’opportunità di imparare e di lavorare, e oggi mi sento di condividere appieno questo pensiero!”

 

whattsapp

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.