Positivo al covid 19 passeggiava sugli argini, pizzicato dai droni

Altri due runners avrebbero dovuto stare in quarantena domiciliare

Finalmente dall’11 aprile i droni gestiti e utilizzati dai volontari della Protezione Civile sono saliti in volo per controllare la città dall’alto, supportando l’azione di monitoraggio delle pattuglie automontate, motociclistiche e la pattuglia dei Bike Patrol per il monitoraggio delle aree verdi.

L’utilizzo dei droni, nel pomeriggio di sabato, ha consentito di avvistare tre persone che si aggiravano sugli argini, lungo il fiume Bormida, che sono stati successivamente individuati dai bikers, prontamente inviati dalla centrale radio operativa in loco.

Gli accertamenti hanno permesso di appurare che i tre stavano violando le norme sulla quarantena in quanto avrebbero dovuto trovarsi presso la propria abitazione, essendo risultato uno positivo al covid 19 e gli altri due in quarantena domiciliare.

L’attività della polizia locale, oltre a quanto anzidetto, ha portato all’identificazione di 85 persone e il controllo di 97 esercizi commerciali con contestazione di 11 violazioni amministrative nei confronti di contravventori alla normativa vigente.

Da registrare che nelle giornate festive è stato rilevato un decremento del traffico veicolare di circa il 25% .