50 matricole in più, apre medicina ad Alessandria

whattsapp

Il decreto del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti ha aumentato i posti disponibili per i corsi di laurea ad accesso programmato nazionale.
Per l’Università del Piemonte Orientale questo si traduce con un aumento di 50 posti per il corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia. Sarà perciò possibile aprire un secondo canale formativo ad Alessandria, che inizierà ad immatricolare già dall’anno accademico 2018/2019 – previo il superamento del test di accesso nazionale.

Dalla sede del Rettorato i vertici dell’Ateneo esprimono la grande soddisfazione per la notizia: «È una notizia che attendevamo da settimane e non possiamo che essere pienamente soddisfatti: sia per l’apertura del corso ad Alessandria, sia, soprattutto, perché si tratta di un risultato condiviso tra Università e tutti gli enti territoriali che fin dall’inizio hanno fatto squadra, condividendo ampiamente questo progetto e adottando un unico orientamento. È inoltre un successo collettivo che va a potenziare la presenza universitaria d Alessandria».

«Alessandria riparte con l’apertura del corso di laurea in Medicina e Chirurgia – ha dichiarato il Sindaco di Alessandria Gianfranco Cuttica di Revigliasco –. Un altro tassello importante che conferisce alla città nuove opportunità di sviluppo. Come Sindaco mi ero assunto questo impegno in campagna elettorale e, quindi, oggi non posso che essere felicissimo del risultato ottenuto e ringraziare tutti coloro che hanno creduto e voluto perseguire questo obiettivo. Il risultato ottenuto è la riprova che il lavoro in sinergia fra le Istituzioni non può che portare a raggiungere traguardi qualificanti che hanno una ricaduta positiva per la crescita di tutta la comunità. La nostra Amministrazione crede e si impegna per l’Università in Alessandria come forza di sviluppo e di crescita».

“Grazie alla Lega, finalmente, Alessandria avrà la sua facoltà di medicina. Arriva infatti il decreto del governo che assegna i 50 posti di medicina ad Alessandria. Ringraziamo il ministro dell’istruzione Bussetti che ha finalmente sbloccato la richiesta del Piemonte orientale, dopo tanti anni di attesa. Alla Lega è bastato un mese. Un risultato che premia l’impegno di tutti: fin dal primo giorno infatti insieme a Rossana Boldi, all’UPO e all’Ospedale di Alessandria, abbiamo lavorato per ottenere questo risultato. A pochi giorni dall’insediamento di questo esecutivo è già arrivato un provvedimento essenziale per la città e per tutto il territorio. Risposte concrete. Il lavoro della Lega è appena iniziato”.

Lo dichiarano il capogruppo della Lega alla camera Riccardo Molinari e la deputata Rossana Boldi.
whattsapp

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.