Liste elettorali o liste di collocamento? Precedenza ai disoccupati

whattsapp
Ammesso che se ne trovino disposti ad un fine settimana da 'leoni'

Precedenza a chi è disoccupato e studente. È stato pubblicato sul sito del Comune di Acqui Terme il Codice Etico per la nomina degli scrutatori che sarà adottato nei prossimi mesi dalla Commissione elettorale. I nuovi criteri di selezione dell’Albo degli scrutatori sono entrati in vigore in questi giorni. La novità più rilevante è che la graduatoria sarà determinata da un punteggio.
«Mi sembra giusto che la mia Amministrazione dia la precedenza nelle liste degli scrutatori a chi ne ha bisogno – ha dichiarato il sindaco Lorenzo Lucchini –. Sono persone alle quali un’entrata economica, anche piccola e saltuaria, può essere una boccata d’ossigeno. Abbiamo voluto dare un forte segnale di attenzione nei confronti di chi fatica a tirare avanti ma non vuole darsi per vinto. Fino a oggi, la scelta degli scrutatori era affidata a discrezione dei consiglieri. Abbiamo deciso di scegliere gli scrutatori tramite una graduatoria da cui attingere, mediante il sorteggio telematico, tra le fasce più deboli della nostra città. Credo che questa procedura sia quella più adatta per una Amministrazione trasparente, onesta e sociale».

La selezione sarà effettuata tenendo conto dello stato di occupazione (da 25 a 5 punti) e della situazione economica dell’interessato (da 20 a 0 punti). Inoltre, per chi non ha svolto il ruolo di scrutatore nella tornata elettorale precedente saranno attribuiti 5 punti. In particolare, per lo stato di occupazione saranno riconosciuti 25 punti se il candidato è in una situazione di disoccupazione o è studente, 20 punti se usufruisce di ammortizzatori sociali, 15 punti se collocato in Cassa di Integrazione, 10 punti se occupato a tempo determinato e 5 punti se occupato a tempo indeterminato o altro (per esempio lavoratori dipendenti, pensionati). Per la situazione economica, saranno riconosciuti 20 punti in caso di dichiarazione Isee da 0 a 5.000 euro, 15 punti in caso di dichiarazione Isee da 5.001 a 10.000 euro, 10 punti in caso di dichiarazione Isee da 10.001 a 20.000 euro, 5 punti in caso di dichiarazione Isee da 20.001 a 30.000 euro e 0 punti in caso di dichiarazione Isee oltre 30.001 €.

Al termine della presentazione delle domande verrà redatto un elenco in base ai punteggi ottenuti con l’individuazione di tre fasce. A quella con punteggio più basso (da 5 a 10) sarà riservato il 10% dei posti, alla fascia intermedia (da 15 a 20 punti) sarà riservato il 30% dei posti e alla più alta (maggiore e uguale a 25 punti) sarà riservato il 60% dei posti.

La domanda di partecipazione dovrà essere presentata entro e non oltre il 7 febbraio 2017 tramite consegna cartacea all’Ufficio Elettorale del Comune di Acqui Terme in piazza Levi n° 12; a mezzo servizio postale con raccomandata A/R indirizzata alla Commissione Elettorale del Comune di Acqui Terme – piazza Levi n° 12. Alla domanda dovrà essere allegata la dichiarazione Isee in corso di validità (quest’ultima non costituisce requisito di ammissibilità alla procedura ma elemento essenziale per l’eventuale attribuzione degli ulteriori punteggi previsti dall’avviso pubblico), nonché copia fotostatica del documento di identità in corso di validità dell’istante. Non saranno ammesse le domande pervenute oltre i termini o prive della sottoscrizione e dell’allegato documento di identità valido del candidato.

whattsapp

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.