Un grande evento congiunto per unire i principali centri zona della provincia di Alessandria

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Alessandria – Una rete virtuosa di promozione turistica, culturale ed enogastronomica congiunta, da realizzarsi attraverso una serie di iniziative e in particolare con un unico grande evento articolato in sette date, nel periodo maggio-settembre 2022, che coinvolga tutti i Comuni firmatari dell’accordo e, di conseguenza, anche l’intero territorio.
E’ quello che si prefigge l’accordo programmatico firmato giovedì pomeriggio, a Palazzo Monferrato ad Alessandria, dai rappresentanti dei Comuni di Alessandria, Acqui Terme, Casale Monferrato, Novi Ligure, Ovada, Tortona e Valenza insieme ad Alexala, Agenzia Turistica Locale della Provincia di Alessandria e a Fondazione Slala – Sistema Logistico del Nord – Ovest Italia.
Si tratta di un accordo storico, in quanto per la prima volta tutti i principali centri della provincia, la Fondazione Slala ed Alexala lavoreranno fianco a fianco per realizzare un’iniziativa che punti a promuovere un territorio dalla grande potenzialità attraverso la costruzione di una solida rete intraterritoriale.
Nel dettaglio la firma di questo accordo è mirata alla diffusione della cultura dei territori attraverso il racconto declinato nelle arti, nei mestieri, nei luoghi della modernità, nei palazzi storici, nella promozione dei prodotti enogastronomici e in ogni forma che sappia parlare della originalità culturale di cui ogni territorio è espressione storicamente riconosciuta.
In cabina di regia, a curare la realizzazione di questi eventi, ci sarà Alexala che si avvarrà di “Aperto per Cultura”, format già collaudato da anni e che punta alla valorizzazione dei centri storici cittadini attraverso il coinvolgimento del tessuto cittadino in iniziative culturali, tra musica, teatro ed enogastronomia d’eccellenza.
Si spazierà un po’ su tutto nei sette comuni aderenti all’iniziativa: dalle performance teatrali, artistiche e musicali, passando per i “buffet d’autore” (momenti di promozione dei prodotti enogastronomici tipici di ogni luogo).
Il modello che sarà adottato per la creazione di questo grande evento collettivo prevede, inoltre, l’utilizzo delle nuove tecnologie (app, social, website) a supporto degli appuntamenti e del pubblico coinvolto.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA