Decreti sbagliati o ministri sbagliati?

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Critiche per le partite e per la fuga di notizie

” Stanotte, dico stanotte, dico 10 ore fa, il Governo fa un decreto durissimo ma permette le partite a porte chiuse. Un’ora fa un ministro dello stesso Governo chiede di sospendere il campionato. O é sbagliato il Decreto o il Ministro é da cacciare seduta stante”.

Sono le parole durissime di Paolo Filippi, già presidente della Provincia di Alessandria che sottolinea i comportamento poco professionale e soprattutto coerente di un Governo che sembri navigare a vista.

In giornata anche il vicesindaco Davide Buzzi Langhi, nel parlare urbi et orbi agli alessandrini via facebook ha criticato la fuga di notizie, meglio di bozze di documenti, che ha scatenato il panico e la pubblicazione un po’ incontrollata del decreto delle ‘zone rosse’ poi riveduto in piccole parti.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA