Coronavirus, ad Alessandria una vittima l’ha fatta: il Film Festival

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Sembra una data così lontana il 20 marzo, inizio del quarto Alessandria Film Festival. Però a causa del clima di incertezza e in ottemperanza alle disposizioni governative e regionali in continua evoluzione lo staff ha deciso di annullare tutto: impossibile organizzare un festival in queste condizioni, soprattutto se è prevista una seconda ondata di contagio.

Lucio Laugelli & Stefanno Careddu, direttori artistici dell’ALFF: “Mai avremmo voluto prendere questa decisione, ma non possiamo rimanere ostaggio di eventuali focolai vicini, di eventuali nuove ordinanze (sacrosante, per carità) e soprattutto della psicosi globale, che rischierebbe di trasformare qualcosa di bello in un inutile flop.”



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA