Lumiera difende il crocifisso nelle scuole: “Non siamo ospiti a casa nostra”

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

L’assessore al bilancio ma anche alle pari opportunità del Comune di Alessandria, Cinzia Lumiera, commenta “da assessore e da mamma” l’iniziativa di voler togliere il crocifisso dalle aule scolastiche, avanzata dal nuovo ministro dell’istruzione Fioramonti.
Con un videoselfie di fronte, non a caso, alla cattedrale del capoluogo, l’assessore leghista ribadisce la sua contrarietà a levare il simbolo della tradizione italiana: “Non è un arredo scolastico”, commenta. E poi da vera militante del carroccio prosegue: “Siamo forse ospiti a casa nostra?”.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA