A Salvini va il Premio Attila degli ambientapacifisti

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

La prima edizione del Premio Attila inventato dalla Rete Ambientalista/Medicina Democratica è del 2004. Il premio (inventato da Lino Balza) viene assegnato a chi, come il Flagello di Dio, ha commesso disastri all’ambiente e alle persone. LA prima edizione fu molto alessandrina, con il re delle autostrade Marcellino Gavio vincere su tutti.

Quest’anno il contest lanciato in rete ha visto un plebiscito per il vice premier Matteo Salvini, ministro dell’Interno. Era possibile esprimere due voti, uno per l’ambiente e uno per la pace. Salvini ha messo d’accordo tutti, superando senza possibilità di smentita gli altri segnalati per il podio. Che sono, la “Famiglia Benetton” per le note vicende di Genova e il crollo del Ponte Morandi, e la Famiglia Riva, che fa tornare alla mente il disastro dell’ILVA di Taranto.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA