Street artisti locali ma non solo domenica al Cristo per l’evento “MurAles”

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

Alessandria – Coinvolgerà tutti i giovani interessati e che si dedicano alla street art l’evento in programma domenica 8 maggio, a partire dalle ore 9, al quartiere Cristo: “MurAles” Street Art.
L’iniziativa è realizzata dal “Gruppo Giovani del Quartiere Cristo”, che oggi vede oltre 50 partecipanti ma è destinato a crescere, con il sostegno dell’Associazione “Attività e Commercio del Quartiere Cristo”, della Commissione Alessandria Sud e dell’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Alessandria.
I giovani artisti impegnati nella manifestazione sono Facchi, D&D, Shota, VL ink, Asp 11 e Lele Gastini.
La street art o ‘arte di strada’ è una particolare forma di espressione dell’arte moderna che si manifesta esclusivamente nei luoghi pubblici, utilizzando tecniche più disparate tra cui: bombolette spray, stencil, colori acrilici con pennelli ecc..
La street art non deve essere confusa con i graffiti in quanto è da considerarsi una categoria a parte, sostanzialmente differente. In precedenza l’arte di strada veniva vista come un’espressione di vandalismo giovanile, un modo di imbrattare gli arredi urbani con immagini, forme inutili e antiestetiche, mentre attualmente viene considerata una vera e propria forma d’arte.
Oggi, nel campo artistico, grazie a queste inusuali componenti quali la libertà espressiva, l’immediatezza e la visibilità ad un grande pubblico, l’arte di strada è diventata un fenomeno culturale di grande rilevanza sociale.
Le sue origini non sono ben chiare: negli anni ‘70 nelle periferie di New York si inizia ad assistere a tale fenomeno socio-culturale e solo intorno al 2000 si verifica una vera e propria esplosione dell’arte di strada grazie soprattutto all’artista inglese ‘Banksy’, che ispirandosi inizialmente alle opere di ‘Blek’ e ‘Le Rat’ aveva cominciato la sua carriera di artista dipingendo le strade con l’aiuto di stencil, insieme alle bombolette spray gli strumenti che utilizza più di frequente. Nelle sue opere ‘Banksy’ include e trasforma tutto ciò che si trova nelle strade come segnali stradali, tombini, porte e altri oggetti, creando in tal modo bellissime opere di street art, valorizzando e armonizzando in maniera non trascurabile l’arredo urbano. La sua fama iniziò a diffondersi solo dopo il suo trasferimento in Palestina e in Cisgiordania, dove dipinse nove figure sul muro di Betlemme, diventando un fenomeno virale che ha visto girare rapidamente le sue opere in tutto il mondo.
“MurAles” Street Art è la prima di una serie di eventi che saranno realizzati nel Quartiere, con l’obiettivo di guardare ai giovani e ai loro progetti, nell’auspicio che l’iniziativa diventi una tradizione, una vetrina per i ragazzi di tutta la Città.



PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA