Sindacati pensionati, le richieste per gli ospiti delle case di riposo

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

In questa gravissima situazione di emergenza, i Sindacati dei pensionati Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp Uil, fortemente preoccupati per le persone ricoverate nelle Rsa (residenza assistenziale sanitaria, ovvero casa di riposo), si sono attivati a livello nazionale e territoriale per la loro tutela.

I Segretari generali di Spi Cgil, Fnp Cisl, Uilp Uil, hanno quindi scritto al Ministro della Salute Speranza, al Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome Bonaccini, al Presidente dell’Anci De Caro, chiedendo misure urgenti per tutelare le persone anziane e disabili ricoverate nelle Rsa e il personale che vi opera.
Le richieste:

  • istituzione di una task force utile a prevenire e arginare il contagio; coinvolgimento attivo dei Sindaci, Provincia, Regione, Asl, Prefetto e della Protezione civile;
  • distribuzione di adeguati Dpi nelle strutture;
  • realizzazione di tamponi a tutti gli utenti e gli operatori delle strutture;
  • sanificazione periodica delle strutture;
  • dotazione di tecnologie per la comunicazione a distanza tra persone ricoverate e loro familiari;
  • sostegno psicologico agli anziani, ai familiari e al personale sanitario;
  • continuità delle prestazioni di assistenza domiciliare integrata e sociale.


PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA