“Non abbiate paura”, parola di infermiere a contatto con il coronavirus

Tra i tanti post sui social media in cui si parla più o meno con cognizione di causa della situazione contingente sul coronavirus e su quello che sta accadendo di ora in ora, vorremmo segnalarne uno di un infermiere alessandrino.

Ci sembra infatti che Daniele Pastore, l’autore del commento, abbia centrato nel segno, con buona pace delle campagne sul tornare alla normalità.

Piantatela con sti post sulle statistiche e su come non prendersi il CODIV-19 o sui dispositivi di protezione.
La situazione è ormai incontrollabile e incontenibile.
Il virus potreste già averlo contratto ed essere pure già guariti.
Si può essere ormai positivi anche senza aver avuto contatti diretti con zone rosse, balere e appestati di ogni genere.
Piantatela lì e godetevi la vita…a casa possibilmente, per il momento.
Tanto se ve lo dovete pigliare, non c’è santo che tenga.
Ma soprattutto non abbiate paura: se non l’abbiamo noi infermieri (e tutti i sanitari coinvolti), che stiamo lavorando in condizioni insostenibili e pericolose, non dovete averne nemmeno voi.
Anche noi abbiamo famiglia, ricordatevelo.
E non è trattandoci di merda e con brutte parole (come ho visto fare in pronto soccorso questa notte) che voi vi salverete.
Ringraziate la sanità italiana, che, nonostante tutto, quasi a gratis, di riffa o di raffa, vi salva il culo. Anche l’infermiere paura non ne ha.

#linfermierepauranonneha