Berutti: “Resto all’opposizione, no al Conte ter”

“I retroscena delineati da alcuni giornali negli scorsi giorni che mi indicano come componente di una pattuglia di cosiddetti ‘responsabili’ sono privi di qualsiasi fondamento. Pertanto diffido chiunque ad usare il mio nome e la mia storia per costruire ipotesi senza alcuna credibilità”. Non ha esitazioni il Senatore Massimo Berutti nello smentire alcune ricostruzioni giornalistiche del tutto inverosimili che hanno ipotizzato il suo nome tra quelli che potrebbero essere disponibili a sostenere un ipotetico Governo Conte numero tre.

“Dall’inizio di questa legislatura – prosegue Berutti – sono sempre stato fieramente all’opposizione. Le mie idee e la mia storia sono incompatibili con i programmi improbabili dei Cinque Stelle, con le idee retrograde e superate del Partito Democratico e soprattutto con qualsiasi ammucchiata carioca che non porterebbe da nessuna parte. Reddito di cittadinanza, cancellazione della prescrizione, della Flat tax e della cedolare secca sui negozi, passi indietro sui Decreti Sicurezza e blocco di cantieri e opere pubbliche – prosegue Berutti – sono le bandiere di una maggioranza dalla quale sono lontanissimo. La mia unica responsabilità è nei confronti degli elettori di centrodestra, che meritano rispetto, coerenza e la prosecuzione di un lavoro che riporti senza scorciatoie il centrodestra unito alla guida del Paese”.