Smog, “ci avete rotto i polmoni con queste chiusure inutili”

Aiuta il giornalismo indipendente

Supporta La Pulce nell'Orecchio in questo periodo difficile in cui l'informazione, anche quella scomoda, fa la differenza sulle fake news e la misinformazione.

E piazza Santa Maria di Castello ritorna parcheggio

55, 67, 83… Non sono i numeri del lotto sulla ruota di Alessandria ma i dati delle centraline antismog che per sei giorni consecutivi hanno segnalato un superamento dei limiti. Il 2020 si è aperto con un picco di 83 delle PM10, quando il limite massimo è 50. Così è scattato piano regionale di primo livello, che prevede un blocco del traffico solo per gli sfortunati che hanno un diesel fino agli euro 4, ma fino alle 12,30. E altre prescrizioni, tra cui abbassare a 19° la temperatura in casa. L’allerta arancio sarà in vigore da domani venerdì 3 a martedì 7 gennaio 2020 compreso, prossimo giorno di controllo da parte di ARPA Piemonte.

Ci avete rotto i polmoni, vogliamo misure serie! E’ il grido degli attivisti di Fridays For Future di Alessandria che non ne possono più di misure antisog inefficaci e sporadiche. “Misure fittizie, nella migliore delle ipotesi insufficienti e nella maggior parte dei casi più dannose che utili.   Occorrono limitazioni del traffico serie per migliorare la situazione della salubrità dell’aria in città e sul territorio circostante, e occorrono subito” 

AUTO DAVANTI ALLA CHIESA

Per tutto l’inverso, fino al 21 marzo, dalle 19 alle 24 in piazza Santa Maria di Castello si potrà posteggiare per venire incontro ad alcuni ristoratori che si lamentavano della poca comodità degli avventori.




PER CONTINUARE A LEGGERE DEVI REGISTRARTI GRATUITAMENTE. POTRAI CONTINUARE A LEGGERE E RICEVERE I CONTENUTI EXTRA