Falsi agenti sotto copertura scoperti perché andavano troppo di fretta

Auto straniera di grossa cilindrata in piazza Santo Stefano. Così sospetta da far scendere la pattuglia della Volante per un controllo. In due in auto si erano subito traditi mostrandosi molto agitati, riferendo insistentemente di avere fretta in quanto impegnati per lavoro.

Nel corso delle attività, con il chiaro intento di eludere il controllo, uno dei soggetti M.D.C. , esibiva agli operatori una placca metallica simile ai distintivi in dotazione al personale delle forze dell’ordine, con relativo numero seriale ed un tesserino con i propri dati identificativi, riportante la dicitura “agent” la propria fotografia e la scritta “ASSOCIATIA DE LUPTA ANTIDROG” (“ASSOCIAZIONE PER LA LOTTA ALLA DROGA”). Nel contempo asseriva di essere un agente dell’antidroga della Polizia Romena in servizio sotto copertura e che tale controllo avrebbe pregiudicato l’operazione in corso.

A seguito di perquisizione veicolare il personale operante rinveniva all’interno di una borsa i medesimi documenti riferiti a K.M.A. passeggero dell’auto.

Da successivi accertamenti si appurava che i due soggetti, di nazionalità romena, con precedenti specifici provenienti dalla provincia torinese, non appartenevano ad alcun corpo di polizia pertanto venivano denunciati entrambi in stato di libertà per il possesso di segni distintivi contraffatti.