Pernigotti impresa sociale? C’è un’offerta interessante sul tavolo

whattsapp

Gruppo Spes ha presentato oggi a Roma un preliminare per la reindustrializzazione della parte produttiva di cioccolato e torrone Pernigotti. L’impresa sociale cooperativa Gruppo Spes ha proposto un piano industriale che prevede un’esclusiva pluriennale di produzione e l’assorbimento occupazionale di circa 50 lavoratori già nel 2019, con una previsione di sviluppo di nuovi prodotti e mercati nel triennio 2020-2023.

Il modello di business che Spes vuole portare a Novi è quello dell’impresa sociale, cioè di un’azienda che ha obiettivi principalmente sociali e reinveste i propri utili a fini sociali, in azienda e nella comunità.

Se l’accordo venisse definitivamente siglato nel mese di settembre si potrebbe parlare di una vera e propria ibridazione dei modelli di business tipici della cooperazione sociale con obiettivi di mercato.

“Come imprenditore sociale – dichiara Antonio Di Donna, Presidente del Gruppo Spes – vorrei creare valore per il territorio di Novi e per il Made in Italy. Pernigotti è un’opportunità unica di condividere il modello sociale all’interno in una grande azienda e per creare uno stretto legame tra valore economico e produzione di valore sociale. La strategia è dare centralità allo stabilimento di Novi per crescere nel mercato del cioccolato e del torrone di qualità facendo leva sul know how esistente. Il nostro obiettivo è mettere al centro le comunità, le persone, il territorio, perseguendo obiettivi di crescita commerciale e generando opportunità”.

I prossimi obiettivi di Spes, ferma restando la conferma di Pernigotti a concedere le garanzie per l’esclusiva decennale, sono:

  • cercare un accordo con Emendatori per una produzione unitaria del sito, anche attraverso la creazione di una NewCo impresa sociale
  • presentare il progetto di piano industriale alle parti sociali
  • concretizzare l’impegno delle istituzioni, in particolare Mise e Regione Piemonte, rispetto agli investimenti per la reindustrializzazione

L’assessore al Lavoro Elena Chiorino sull’accordo per la reindustrializzazione dello stabilimento Pernigotti di Novi Ligure:

“Oggi è stato fatto un passo avanti importante per il Piemonte ma anche per l’Italia, perché marchi storici come Pernigotti sono un patrimonio nazionale e un simbolo di quel Made in Italy che è nostro dovere tutelare. Per questo è molto importante che siano due realtà italiane, e una piemontese in particolare, a dare una nuova speranza per il futuro di Pernigotti. La Regione ha fatto la sua parte e continuerà a presidiare, vigilando fino a quando questo accordo preliminare non sarà definitivo”.

Il Gruppo Spes è un’impresa sociale che si riconosce nei valori fondanti dell’Opera Torinese del Murialdo. Nasce a Torino nel 1970 come laboratorio artigianale di cioccolato. Nel 2018 è tra i soci fondatori dell’impresasociale GenerA-Azioni che riunisce ad oggi sette organizzazioni del terzo settore che vanno dalla produzione artistica al food, all’associazionismo, alturismo e all’educativa territoriale.
Negli anni ha conseguito una duplice evoluzione, elevando la qualità delle lavorazioni e creando una filiera composta da altri enti sociali, al fine di alimentare una rete solidale che renda i prodotti buoni e giusti. Spes sostiene attività ad alto valore etico, agevolando i giovani e le persone socialmente fragili nel mondo del lavoro tramite percorsi di formazione, didattici ed esperienze lavorative, senza rinunciare alla qualità del servizio e dei prodotti.

whattsapp

Be the first to comment

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.