Modernizzazione dell’ascensore condominiale: tutto quello che c’è da sapere

L’ascensore è un fedelissimo alleato che ci consente di risparmiare le faticose rampe di scale dopo una lunga giornata lavorativa, o mentre ci apprestiamo a portare in casa la spesa settimanale. Negli anni, però, l’impianto potrebbe avere la necessità di una manutenzione o, addirittura, di una modernizzazione.

Inoltre, l’adeguamento dell’ascensore può riuscire a conferire un aumento di valore agli immobili interessati, soprattutto ove la sostituzione sia fatta a regola d’arte, come fanno da anni gli esperti di modernizzazione ascensori Modena, rendendo di fatto quella che si presenta come una spesa un vero e proprio investimento.  Va inoltre sottolineato che in alcuni casi proprio l’entrata in vigore delle nuove regole e la mancata rispondenza alle norme sulle barriere architettoniche rendono praticamente necessaria una soluzione di questo genere.

Le modernizzazioni costituiscono un’attività articolata e complessa del settore ascensoristico, poiché richiedono competenza tecnica, approfondita conoscenza delle normative, in aggiunta ad un singolare senso estetico volto a rendere gradevole il risultato finale.

A livello legale la modernizzazione dell’ascensore, ovvero la sostituzione di quello preesistente, rappresenta in pratica una ristrutturazione integrale, nel corso della quale saranno mantenuti in esercizio soltanto alcuni elementi strutturali, ovvero il vano corsa, il locale macchine, le guide di cabina e il contrappeso. Mentre si andranno a sostituire tutte le apparecchiature elettriche e meccaniche, realizzando in tal modo un impianto in grado di rispondere a tecnologie più moderne, di garantire un utilizzo più agevole e confortevole e, soprattutto, maggiormente adeguato alle nuove normative in tema di sicurezza, in particolare quelle delineate dal nuovo regolamento varato nel 2017.

Con la modernizzazione degli ascensori si ha un netto risparmio sui consumi ed un aumento del comfort di marcia. L’installazione di un Inverter sugli ascensori a fune con argani ad una velocità, consente una riduzione dei consumi durante lo spunto in partenza e migliora notevolmente il confort di marcia ma soprattutto la precisione di arrivo al piano, eliminando i classici “gradini” che si vengono a creare tra la cabina e il piano, rendendo più fruibile e sicuro l’utilizzo dell’impianto a tutta l’utenza ma in modo particolare per le persone diversamente abili, ai bambini e agli anziani. La stessa tipologia di sistema sugli ascensori oleodinamici consente di ridurre notevolmente le correnti allo spunto e i consumi durante il funzionamento, soprattutto nelle corse di breve durate e nelle fasi di livellazione al piano della cabina.

Se c’è bisogno di cambiare la macchina di trazione, poi, il lavoro da svolgere è ampio ma il risultato è pressocchè perfetto. Gli argani di nuova generazione sono costruiti con tecnologie che permettono di elevare la sicurezza di funzionamento, in particolare sono dotati di freno elettromagnetico ridondante sia per la parte elettrica sia per la parte meccanica.

Occhio anche ai quadri elettrici di vecchia generazione che sono fonte di malfunzionamenti e disservizi ripetitivi, in funzione delle numerose parti elettromeccaniche logore delle quali è difficile e oneroso reperire i ricambi originali. Le ditte specializzate propongono la sostituzione completa del quadro di manovra dell’ascensore con altro di tipo elettronico programmabile e con sistema di rilevazione dei guasti in tempo reale riducendo i tempi di fermo dell’impianto in caso di guasti o anomalie.