Caso mense, il Comune: “Bando regolare, anche Valenza faccia la sua parte”

whattsapp

Innanzitutto abbassiamo i toni. Palazzo Rosso non vuol sentir parlare di disastro o macelleria sociale, termini allarmanti o allarmistici usati dai sindacati alla paventata ipotesi di un taglio di 500 ore alla settimana del servizio mensa.

L’Amministrazione Comunale di Alessandria, a seguito dell’aggiudicazione della gara d’appalto per le mense scolastiche esprime perplessità per la strumentalizzazione in corso da parte delle forze sindacali e di alcune forze politiche.

Il Comune ribadisce che il bando conteneva tutte le tutele consentite dalla Legge e dal Codice degli Appalti e sottolinea è analogo a quello di Valenza, città che con Alessandria condivideva il servizio erogato dall’azienda Aristor.

Ricorda che, stando ai bandi, parte del personale dovrà essere assunto dalle aziende affidatarie di Alessandria e di Valenza.

L’invito è alle forze sindacali e alle due aziende affidatarie ad operare nell’interesse dei lavoratori e degli utenti.

Non tanto tra le righe da piazza della Libertà si chiede che anche la Città dell’Oro si faccia parte attiva a questa situazione, “tutela dei lavoratori coinvolti”.

whattsapp

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.