Agente di viaggio annullava le vacanze e si teneva i soldi

whattsapp
Arrestata ad Asti dopo aver 'trattenuto' 40 mila euro

I Finanzieri della Compagnia di Asti, su disposizione della Procura della Repubblica di Asti hanno tratto in arresto A.B., 39 anni, titolare di un’agenzia viaggi già operante nel centro storico di Asti con insegna “Enjoy in the sun”.
L’operazione è scattata a seguito delle investigazioni relative all’approfondimento di alcune denunce che numerosi cittadini avevano presentato, in relazione all’acquisto di pacchetti vacanze comprensivi di viaggi e soggiorni all’estero, che però venivano annullati senza giustificato motivo, ancorché, l’odierna arrestata, in concorso con il fratello G. B., ne avesse già riscosso il relativo corrispettivo per un ammontare complessivo
di oltre € 40.000 ed avesse falsamente rassicurato i clienti che sarebbero stati risarciti da una fantomatica compagnia assicurativa.

L’approfondimento di tali episodi ha inoltre consentito di accertare come la responsabile degli illeciti avesse utilizzato, all’insaputa di molteplici clienti dell’agenzia viaggi, anche le relative carte di credito che gli stessi le avevano affidato, al fine di effettuare il pagamento di biglietti aerei, che poi la medesima commercializzava ad altri turisti.

Sulla base dei gravi indizi emersi su quest’ultima condotta illecita, riconducibile all’uso indebito di sistemi di pagamento elettronici, già sanzionata dalla normativa che regola il sistema di prevenzione del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi illeciti e che ha trovato anche recente collocazione nel Codice Penale, il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Asti ha adottato la misura cautelare agli arresti domiciliari.

whattsapp

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.